Nel corso degli ultimi anni mi è capitato di lavorare con molti fotografi di matrimonio. Il loro universo è più complesso di quel che sembra dall'esterno e la competizione è fortissima. I social media giocano un ruolo fondamentale dato che il prodotto che vendono è basato sulle immagini:  canali come Instagram e Facebook possono rivelarsi potenti alleati ma anche nemici distruttivi.

Gli utenti, e quindi i potenziali clienti, guardano molto come il loro futuro fotografo si muove sui social: trascurare questo dato può far male tanto quanto può farlo una presenza e un atteggiamento "da teenager". Sembrano concetti scontati ma in realtà ci sono tantissimi professionisti che non hanno ancora capito come funziona il mondo digitale.

simpsonswedding

E adesso veniamo ai nostri fotografi di matrimonio e i social media e ai loro fatali errori:

1. Pubblicare troppe foto dove il paesaggio fa da protagonista: abbiamo capito che la location era una bomba ma il vostro cliente -soprattutto la sposa, fidatevi- vuole vedere se sapete fotografare gli umani (cioè se sarete così bravi da farla setire una strafiga)

2. Colori estremamente innaturali: siamo nell'era dei filtri e della post produzione ok, ma se pubblicate foto in cui gli sposi prendono un colorito tipico dei Simpsons e i prati sembrano fatti di kryptonite forse vi siete spinti un po' oltre il limite. Questo vale anche nel caso opposto: se mi lasciate al naturale tanto valeva far fare le foto a zio Giuseppe. Quindi post produzione a manetta ma deve sembrare naturale, ok?

3. Non fate i pigri quando pubblicate una foto su Instagram. La qualità dell'immagine deve essere sempre buona, nessuno metterà un like su una foto pixelosa...figurati se poi vi contattano.

4. Troppa vita privata mischiata con il lavoro. Cioè, non vogliamo trovare i vostri selfie ogni due foto di matrimoni. Uno ogni tanto ce lo facciamo tutti e wow il mio futuro fotografo ha una faccia simpatica, però con parsimonia (appunto, evitiamo l'effetto teenager).

5. Ignorare le richieste che arrivano via social media. Siamo un mondo pigro e cialtrone, facciamo prima a mandare un messaggio via Facebook (o altro social) che una email. Andare sul sito, cercare i contatti, scrivere una mail...troppo lavoro. Quindi, non ignorate i messaggi privati, potrebbero contenere il vostro prossimo contratto!

 

2 Comments